01/2018 - BLOG - DEMOCRAZIA FEDERALE

Besucherzahler kiev ukraine women
website counter
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Auspicio d'autunno

Pubblicato da Per. Ind. prof.Sebastiano Pirruccio 54 in Recensioni · 12/1/2018 00:22:00
Tags: Nuccio

Sviluppo sociale e Autonomia locale
-  Un groviglio da sciogliere in fretta   -
di Sebastiano Pirruccio


Il sistema politico da anni è padre-padrone del potere nella nostra Nazione e la Dirigenza politica sia del recente passato come quella in carica, quest'ultima peggiore perché nominata direttamente dalle segreterie politiche, come dispone "purtroppo" l'attuale sistema elettorale, vive da anni col supporto del denaro pubblico, tenendo in piedi una parvenza di Democrazia che esclude dalla partecipazione politica (quindi di fatto anche di quella socio-economica) il popolo .

In particolare, disattendendo le sane regole della democrazia essi hanno facilmente occupato tutte le cariche dello Stato, del Parastato e in qualche caso anche del privato, vivendo al riparo da ogni rischio e/o preoccupazione economica, mentre i lavoratori disoccupati o poco retribuiti (spesso operanti in maniera pericolosa e disagiata),  sgobbano per pagargli lo stipendio.   

Negli ultimi anni, con una campagna incomprensibile, scatenata da chi ha avuto interesse che le cose restassero invariate, invece di rinforzare la teoria che un forte federalismo unisce e non divide uno Stato, alcune forze politiche hanno fatto credere che l'introduzione del sistema federale nel nostro paese avrebbe scardinato la costituzione fino a danneggiare l'Italia nelle fondamenta della libertà e della democrazia.

Democrazia Federale da anni si contrappone politicamente alle alleanze di partito, alle  forze pseudo-politiche e/o mediatiche contrarie alla ideologia federale le quali, pur condividendo la riforma di trasformazione dello Stato in senso federale non sono garanzia di unità della nazione. 

Il movimento politico Democrazia Federale come indirizzo statutario è direttamente impegnato al sostegno degli interessi socio - economici presenti soprattutto negli Enti territoriali italiani, al supporto degli ideali Cattolico-democratici nonché alla tutela degli usi e costumi legati alla cultura tradizionale presente nelle tante etnie locali.

Per Democrazia Federale adoperarsi per sostenere questo mutamento istituzionale  è un atto dovuto e imperativo, non solo perché il decentramento dei poteri Statali alle autonomie locali insiste nei concetti statutari del movimento, ma soprattutto per poter riuscire a impedire la prosecuzione di questo statico sistema centralizzato (di fatto risultato inefficace e recessivo), e avvalersi del decentramento per scrollarci di dosso l'ormai obsoleto assistenzialismo.


Partecipare con convinzione allo sviluppo politico di Democrazia Federale, significa dare seguito e consistenza in maniera diretta per rivendicare maggiore tutela economica,  legislativa e politica per le popolazioni locali, aspetti certamente previsti dalla nostra Costituzione e mai pienamente condivisi nel merito.






NUVOLE
Nuccio
ARTICOLI MENSILI
Torna ai contenuti | Torna al menu